lunedì 27 febbraio 2012

Orecchiette con cime di rapa e salsiccia

12 commenti:


Avete letto il titolo?Ebbene si ,non c'è un errore,ma un ingrediente in più.Questa è la versione delle orecchiette con le cime di rapa della mia famiglia.Non potete capire quanto diventa buono questo piatto con l'aggiunta della salsiccia,talmente buono che i piatti sono sempre pulitissimi.
A dire la verità all'inizio facevamo la versione classica cohe tutti conoscono,finchè un giorno mi a cugina ci disse : " zia ma la salsiccia non ce la metti?" Noi guardandoci con occhi scgranati gli rispondemmo : " la salsiccia?E dove ci azzecca?! Lei con l'occhio furbetto replicò dicendo :" Zia ci azzecca,ci azzecca!!!"
E fu propio così,una bontà unica,che a parole non si riesce a spiegare.Vi invito a provarlo e poi mi direte.
Intanto prepariamoci a fare questa semplice ricettina,con un saluto e augurandovi buon lunedì a tutti!



Orecchiette con cime di rapa e salsiccia


Ingredienti  per 4 persone :

400 gr di orecchiette,
500 gr di come di rapa,
4 salsiccie,
aglio in granuli Tec-Al
olio extravergine di oliva Dante,
sale e peperoncino.



Procedimento :


 Pulite e lessate le cime di rapa in abbondante acqua salata.Scolatele,ma senza buttare l'acqua che userete per cuocere la pasta.Ora prendete una padella capiente e metteteci dentro l'olio extravergine di oliva,e l'aglio,e fatelo rosolare un pò.




Ora  versateci dentro la salsiccia a pezzettini,ricordandovi di eliminare la pelle,e prendere solo la parte interna.Appena è rosolata,aggiungete le cime di rapa.



Fate insaporire bene,e versateci sopra la pasta precedentemete cotta.Lasciate che sia amalgami bene ,e prima di spegnere,insaporire con un pò di peperoncino.



Servite subito ancora calde perchè sono buonissime!!!


giovedì 23 febbraio 2012

Babà napoletano al limoncello

34 commenti:

Dopo aver preparato la ricetta per i babà singoli al rhum,quelli a forma di funghetto,non poteva mancare sulla tavola di una napoletana come me,la torta babà.E come dice una nota cantante partenopea " o babà è na cosa seria.." ed è proprio così.!Pultroppo in giro ci sono tante ricette,anche valide,per la preparazione di questo dolce,ma la ricetta principale,ed essenziale,stà nella lavorazione,e nell'incordatura ,se non riuscite ad ottenere questo risultato,rischierete di avere,un babà,dalla consistenza di una pan di spagna,che si sbriciola tutto.Per cui io non mi stancherò mai di dire,che per poter fare questo dolce,l'ideale sarebbe avere un'impastatrice,perchè deve lavorare tanto,e ad un certo punto,quando la pasta comincerà ad incordarsi,è proprio lì che la macchina che stiamo usando,deve essere robusta,altrimenti rischiamo di romperla.Forse non ci crederete,ma la prima volta che ho fatto questo dolce,non avendo ancora la planetaria,ho usato le fruste elettriche;vi posso dire che già dopo 20 min che frullavo,cominciavo a sentire un'odore strano,in più quando il babà ha cominciato ad incordarsi ,e a salire su per le fruste,mi si sono spaccate :(


Da allora, ho giurato a me stessa,che lo avrei fatto solo quando avrei avuto l'impastatrice.A distanza di parecchi anni,e visto che mio marito me ne ha regalata una,finalmente l'ho fatto,e l'ho preparato per l'anniversario di matrimonio dei miei genitori il 6 Gennaio.Mia madre,che è il mio giudice, sul fatto dei babà,mi ha detto che era buonissimo,e ne ha mangiate ben 2 fette!!! Che soddisfazione!!
Per la  realizzazione,di questo dolce,devo rigraziare la  GP&ME  per il bellissimo stampo in alluminio che mi ha inviato,in più la  Codap e la Fabbri,per le decorazioni finali.
Detto questo,possiamo cominciare con il procedimento che è uguale a quello per i babà piccoli al rhum,con la stessa ricetta,solo realizzata in uno stampo unico e con la differenza della bagna,che invece,di essere al rhum,è al limoncello.



Babà napoletano al limoncello

Ingredienti per uno stampo da 24/26 cm :

Per il lievitino:
30 gr di farina forte (manitoba) Molino Chiavazza.
10 gr di miele,
20 gr di lievito di birra.
25 gr acqua tiepida.

Ingredienti per il babà:
300 gr di farina forte, (manitoba) Molino Chiavazza,
4 uova medie (3 uova grandi)
25 gr di miele,
100 gr di burro o margarina,
mezzo cucchiaino di sale,
aroma di vaniglia,
arancia o limone grattuggiato.

Per la bagna:


1 l di acqua,
400 gr di zucchero,
Limoncello a piacere (più ce n'è e meglio è)


Per la guarnizione:

200 ml di panna hulalà  non zuccherata Codap,
80 gr di zucchero a velo,
Amarene  Fabbri qb,


Procedimento :

Cominciamo con il lievitino,unendo la farina,il lievito di birra,l'acqua,e il miele.Impastiamo bene e mettiamo a lievitare fino al raddoppio dell'impasto.Appena pronto mettiamolo  nella ciotola ,con un pò di farina, un uovo, il miele,la scorza grattuggiata di arancia e un pizzico di sale.



Se avete l'impastatrice cominciate a mescolare a velocità 1 con il gancio a k;altrimenti con le fruste elettriche belle robuste.Aggiungete un uovo alla volta e un pò di farina, finchè non li avrà assorbiti bene tutti.
Quando l'impasto sarà bene amalgamato cambiate il gancio,inserendo quello ad uncino,e  unite il burro a temperatura ambiente(io preferisco la margarina perchè si amalgama meglio).


Lavorate ad una velocità di 1,5. per circa 20 min, finchè la pasta non risulterà elastica e comincerà ad incordare e a staccarsi dai bordi della ciotola.I tempi variano dal tipo di macchina  che usate.La pasta è pronta quando prendendone un pò tra le mani,avrete l'effetto della seconda figura.


Fatto questo,copriamo l'impasto e lasciamolo ripostare all'interno della ciotala,finchè non sarà raddoppiato.


Quando sarà lievitato,rovesciate l'impasto su un tagliere leggermento unto di burro,e con le mani sempre unte di burro,formate un panetto,poi un buco in centro,e fatelo scivolare nello stampo da babà precedentemente imburrato.In questo modo avrete un impasto senza giunture.lasciate lievitare ancora nello stampo fino al raddoppio.

Infornate a 200° per circa 20 min,finchè non sarà completamente dorato,e facendo sempre la prova stecchino mi raccomando!!Lasciate raffreddare e poi tiratelo fuori,eccolo come deve essere,bello scuro in tutte le parti.Tiratelo fuori dallo stampo e fatelo raffreddare.



Preparate lo sciroppo ,mettendo in un pentolino l'acqua ,lo zucchero,le scorze di limone,e lasciate cuocere finchè non si sarà sciolto lo zucchero.Spegnete ,e quando sarà tiepido,unite un bel pò di limoncello.
Rimettete il babà nel suo stampo con sotto un piatto capiente,e dopo aver fatto tanti buchi con uno stecchino,versiamoci un pò alla volta con un mestolo lo sciroppo,finchè non sarà completamente bagnato.
Vedrete che si gonfierà,man mano che lo bagnate.



Tenetelo in frigo a riposare qualche ora,è meglio,dopodichè rigiraqtelo,in modo che il liquido scenda anche dall'altra parte.Montate la panna con lo zucchero a velo,e con la sacca poche e una bocchetta piccola a stella GP&ME fate tutte le decorazioni,guarnendo,solo a corona ,oppure tutto il cento.Alla fine decorate con le buonissime amarene Fabbri.


Eccolo qua il mio buonissimo babà!!Ci è voluto un pò,ma ne è valsa la pena ^_^


Ops dimenticavo,questa è la foto dell'interno,vedete com'è bella spugnosa?




Annarè consiglia: Mi raccomando,non usate tutto lo sciroppo,ma conservatene un pò,per quando è da sevire,perchè può accadere che non lo avete bagnato abbastanza.
Potete preprare il babà senza bagnarlo anche un paio di giorni prima.Finchè non è bagnato,non succede nulla,e si conserva.



Con questa ricetta partecipo al contest di Dolci ricette  "Il dolce della vita"..








 

mercoledì 22 febbraio 2012

Un libro per aiutare i bambini della casa famiglia,di Rocchetta Vara

2 commenti:




Non sò se vi ricordate dell'alluvione che pochi mesi fa colpì in modo violento le cinque terre?In quell'alluvione venne distrutta una casa famiglia,che dava rifugio,sostegno e affetto a bambini, anziani e disabili che una casa non l'hanno più.Allora grazie al blog di "la melagranata"è stata fatta una raccolta di tante ricette di foodblogger e non, da regalare ai bambini,affinchè ci sia la possibilità,di farne un libro,i cui ricavati sarebbero servite per ricostruire la casa famiglia di Rocchetta vara.
Finalmente ci siamo!!! Il libro è pronto, e al suo interno troverete anche una mia ricetta, dedicata ai bambini.Se volete dare il vostro contributo,basta cliccare sul link
 http://www.liberodiscrivere.it/biblio/scheda.asp?OpereID=161267 e prenotare il libro.Se la cosa vi può ineressare condividete questo messaggio ^_^
Un abbraccio grande e spero che saremo in tanti!!

lunedì 20 febbraio 2012

Girelle di frittata al forno agli spinaci

16 commenti:


Avete visto che bel trionfo di colore?Dopo tutta questa neve,ci voleva proprio!Questo piatto non vi ricorda qualcosa?le buonissime girelle fatte con il pancarrè,però in questo caso,io l'ho sostituito usando una frittata.
Il risultato è stato stupefacente.facilissimi da fare,e sono ottime come idea buffet o anche come antipasto.le potete farcire a piacere e sbizzarrirvi con i gusti che più vi piacciono.
Non ci sono altre parole,per descrivere la semplicità con cui si prepara,ma soprattutto non vengono fritte,ma bensì cotte al forno.Rigrazio molto Fattorie Osella,che mi ha fornito la robiola che ho usato per preparare questa ricetta.La prossima volta,lo farò sostituendo gli spinaci con un'altro ingrediente saporitissimo!!Non vi dico nient'altro perchè poi rovino la sorpresa, per cui,cominciamo ^_^

Alzata in vetro  CHS ONLINE

Girelle di frittata al forno agli spinaci

Ingredienti :

6 uova intere,
6 cubetti di spinaci surgelati,
2 cucchiai di parmigiano reggiano,
100 gr di affettato di tacchino o prosciutto cotto,
200 gr di robiola Fattorie Osella,
sale qb,
pepe nero qb TEC-AL



Procedimento :

Lessate gli spinaci,poi sscolateli bene in modo che perdano l'eccesso d'acqua,e poi mettetele nel robot e frullate il tutto.



In una ciotola,mettete le uova,il parmigiano,il sale e il pepe e sbattetele bene.Appena il composto sarà pronto unite gli spinagi tritati,e amalgamate bene.

Prendete una palcca e foderatela di carta forno.Io ho usato una palacca in silicone,aposta per fare la pasta biscuit e questi preparati,perchè è alta 1 cm e la forma rimane perfetta.Infornate a 180° per cira 20 min  finchè non vedrete che è cotta.


Questo è lo spessore che dovrà avere.Lasciate raffreddare,dopodichè spalmate il primo strato con la robiola Osella.



Ora farcite,o col tacchino come ho fatto io,oppure con cotto.Arrotolate bene il tutto.


Comprimete bene il rotolo e poi avvolgetelo nella pellicola,e riponete in frigo per almeno 3ore.Tiratelo fuori e affettatelo un pò prima di servire,in modo che non sia freddissimo


Eccole qua!!carine vero?E poi davvero veloci ^_^




Annarè consiglia : i tempi di cottura sono indicativi,perchè dipendono molto dal forno.Quando vedrete che la frittata è cotta allora sfornate.L'ideale sarebbe farle il giorno prima e tenerle in frigo tutta notte.In questo modo si solidificheranno al punto giusto



Con questa ricetta partecipo al contest di Tra cucina e pc" Il buffet perfetto"


venerdì 17 febbraio 2012

Pane al parmigiano

5 commenti:

Vi piacciono i miei panini?A me un sacco!!Sapete quanto amo impastare ,aspettare che lieviti,e vedersi trasformare,in qualcosa di buonissimo,ma il problema è che spesso ci vuole un sacco di tempo,e non tutti ce l'hanno.Allora qualche mese fa ,ho visto Benedetta Parodi,preparare questi buonissimi panini al parmigiano.
Per cui un pomeriggio mi resi conto che non avevo più pane,e visto che avevo trascritto questa ricettina,mi sono messa subito all'opera,l'unica cosa,ho fatto qualche piccola modifica aggiungendo i semi di papavero e di sesamo del'azienda Melandri Guadenzio,che hanno reso il pane ancora più gustoso!Non ci crederete,ma in 2 ore erano pronti,e in 15 min cotti!!!Potete capire quanto ero contenta,e il profumino che aleggiava per casa,neppure da credere.
Morale della storia,in 2 persone,li abbiamo fatti fuori tutti!! Provateli e poi mi direte ^_^



Pane al parmigiano


Ingredienti per 4 persone:

250 gr di farina 00
50 gr di parmigiano reggiano
1 bustina di lievito di birra in polvere
2 cucchiaini di zucchero,
2 cucchiaini di sale,
acqua calda qb ,
2 cucchiai di olio extravergine di oliva Dante
semi di papavero  Melandri Guadenzio qb,
semi di sesamo Melandri Guadenzio qb,



Procedimento :


In una ciotola unite la farina il  parmigiano e il lievito ,poi aggiungete lo  zucchero il  sale, l'acqua tiepida e l'olio extravergine di oliva. Impastate a mano o con l'impastatrice.L'acqua ne va aagiuta in base alla consistenza dell'impasto.

Lavorare la pasta per almeno  10 minuti. Fichè non diventerà un panetto morbido


Formare dei rotolini e poi  chiuderli a chiocciolina.


Io ho fatto una modifica,alcuni li ho lasciati lisci ,mentre in altri ho aggiunto al pane, dei semi di papavero e di sesamo di Melandri  Guadenzio che aggiungono quel sapore in più,che non guasta.



Nella ricetta prevede che dopo la lievitazione ,vengano fatti dei taglietti con il le forbici al pane.Io alcuni li ho fatti prima che lievitasse e altri dopo la lievitazione.
Disporre i panini su carta forno, coprire con alluminio e lasciare lievitare per un'oretta.


Praticare dei piccoli tagli sulle pagnotte e infornare per circa 15 minuti a 180 gradi.


Ed eccoli sfornati,caldi soffici e profumatissimi!!!



giovedì 16 febbraio 2012

ricetta per contest ritroviamoci in cucina Pan goccioli con lievito madre

2 commenti:


Pan goccioli con lievito madre (Mulino bianco)

Con questa ricetta partecipo al contest di Valentina.Un contest davvero carino,dove riproporre le nostre merendine o biscotti preferiti,con cui da piccoli,e anche adesso che sono grande,facevamo colazione.
Io ho pensato subito ai Pangoccioli Mulino bianco,ve li ricordate?Direi che ci sono ancora in commercio.ma ce ne sono tante altre che ho sperimentato ma che non hanno reso giustizia all'origiale.Detto questo,se vi eravate scordati di questa ricettina,questo è un modo simpatico per rispolverarla.Il link è questo : 


Avete letto bene,proprio con lievito madre,perchè li rende ancor più soffice e profumati.Ma non spaventatemi è un ingrediente in più che potete aggiungerne.Io lo faccio spesso avendo in casa il lievito madre,però per chi non ce l'ha basta quello di birra.



Con questa ricetta partecipo al contest di " Ritroviamoci in cucina"

martedì 14 febbraio 2012

Whoopie Pies Valentine's Day

7 commenti:

Per il giorno più dolce dell'anno,dove i cuorini aleggiano nell'aria,non potevano mancare questi dolcetti assolutamente speciali.Mentre tra i foodblogger spadroneggiano i macarons,e siamo tutti alle prese nel volerli imparare a fare,in America ne hanno inventata un'altra.Parlo proprio di questi simpatici dolcetti,ciccioni e morbidisimi,,dalla forma tondeggiante,che potete farcire con creme a base di burro ,oppure con semplici e meno caloriche farce al formaggio,che io preferisco.Sono dei veri e propri cupcake,ma con la forma di un panino.In giro se ne vedono tanti,ma il classico rimane questo al cioccolato,che io ho rivisitato aggiungendo un pò di colorante.Sono una delizia e si possono mangiare sia freddi che a temperatura ambiente.




.

Per questa giornata così romantica io li ho voluti modificare facendoli a forma di cuore,ma voi potete lasciarli a forma di pallina,però vi prometto che la prossima volta farò la ricetta classica senza variazioni ^_^
Come sempre per questa ricetta mi sono affidata al mio sito preferito di ricette americane,che non ne sbaglia una,e che reputo eccezionale!!
In più sempre dal sito spiegano come fare il tanto temuto latticelloche qua è quasi impossibile trovare.Basta aggiungere a 240 ml di latte 1 cucchiaio di limone o aceto bianco e lasciar riposare per circa 10 min a temperatura ambiente.
Io l'altra volta pre fare la red velvet cake e i red velvet cupcakes,avevo usato un'altro modo,che mi era piaciuto tantissimo,ma mi voglio fidare di questa nuova alternativa.Approfitto di questo post per fare gli auguri,al mio amore Francesco,dicendogli,che per me è la persona più speciale che abbia mai conosciuto,e che senza di lui non sarei quella che sono ora.Ma non è finita qui,tantissimi auguroni di Buon compleanno alla mia sorellina Chiara,che è nata proprio il giorno di San Valentino...Per concludere un Buon San Valentino a tutti gli innamorati,e anche a chi non ha un vero e proprio amore,ma ha ugualmente tanta gente che gli vuole bene ^_^





Whoopie Pies Valentine's Day


Ingredienti:

230  gr  di farina 00
75 gr di cacao in polvere
1 cucchiaino di lievito in polvere
Bicarbonato di sodio 1/4 di cucchiaino
1/4 cucchiaino di sale
170  gr  burro non salato a temperatura ambiente
150  gr  di zucchero semolato
1 uovo grande, temperatura ambiente
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
60 ml di latticello( 1 cucchiaio di limone aceto mescolato a 240 ml di latte come spiegato all'inizio nel post)
120 ml di  caffè forte tiepido,oppure di acqua tiepida

Ingredienti per la farcitura:

125 ml di panna zuccherata
100 gr di ricotta
.

Procedimento :



In una ciotola,preparate il latticello ,con l'acqua,oppure il caffè,quello che preferite,e poi aggiungete un pò di colorante.In un'altra ciotola setacciate insieme la farina, cacao in polvere , il lievito, il bicarbonato e il sale.


Nella ciotola , mettete il ​​burro e lo zucchero e battete con le fruste elettriche  finchè non sarà chiaro e spumoso. Aggiungere l'uovo l'estratto di vaniglia e continuare a mescolare bene.


Con il mixer a bassa velocità, alternativamente, aggiungere il composto di farina e latticello / miscela di caffè, in tre aggiunte, iniziando e finendo con la farina.



Ora con un cucchiaio da gelato,prelevate tante palline ,che terrete distanziate circa 5 cm di distanza.Mi raccomando se volete farli a forma di cuore dovranno essere di dimensioni più grande.
Pressateli leggermente con un cucchiaio inumidito,e poi fate cuocere a 190° per 9/10 min.



Appena sfornati fate subito la forma a cuore,poi staccateli dalla carta da forno e fateli raffreddare su una rastrelliera o griglia,senza sovrapporli.


A questo punta una volta raffreddati non resta che farcirli.Io ho fatto una farcia con panna montata e ricotta,ma se a voi non piace,potete farcirli a piacere.Mettete il tutt nella sacca poche con  bocchetta liscia  Gp&ME e faricirli,dopodichè adagiate sopra l'altra metà.


Sevite pure i vostri cuoricni farciti alla persona che amate di più,ne rimarrà entusiata.


Ti potrebbero anche interessare..

Related Posts with Thumbnails